Zia Angela: toeletta e negozio per cani, gatti e piccoli animali a Gaeta

Dove siamo | Contatti
notizie | argomenti | sondaggi | f.a.q.(domande frequenti) | contatta la redazione | registrati | policy
il locale | i prodotti | le attrezzature | i trattamenti | l'ozono
alimenti | igiene | accessori | abbigliamento
Visita la pagina con tutti gli amici di Zia Angela
consigli vari e curiosità sul mondo animale
cani pericolosi | colonie feline | condomini | escrementi | maltattamenti | pellicce | randagismo | sequestro | trasporto | tatuaggio-microchip | cassazione
agenzie immobiliari | ristoranti | abbigliamento | personal computer | siti web e blog | eventi | nautica
link di utilità varia

Zia Angela...... il sogno di ogni cane

Normativa: Sequestro

di animali

Ben lontana dal volermi sostituire ad un  avvocato, suggerisco alcuni spunti e rimando agli opportuni approfondimenti.

Molte persone che segnalano un maltrattamento  sono convinte che esista la possibilità di sequestrare l'animale e di affidarlo subito a qualcun altro. Innanzitutto distinguiamo il sequestro dalla confisca.
Sequestrare significa togliere temporaneamente la disponibilità di qualcosa a qualcuno, mentre confiscare significa togliere la proprietà per sempre.


Il maltrattamento di animali, se non avviene nei settori del commercio, dell'allevamento, del trasporto, mattazione ecc., prevede la possibilità di sequestrare l'animale solo in virtù dell'obbligo per ogni agente delle Forze dell'Ordine di interrompere il reato in corso.  Quindi, fatto salvo che l'animale sia realmente maltrattato, se il suo custode ha la possibilità di modificare immediatamente le condizioni di custodia o di eliminare la causa del maltrattamento, non è possibile sequestrare l'animale. Ad esempio, se qualcuno custodisse un cane in una gabbia molto piccola, e all'atto del controllo fosse in grado di disfarsi della gabbia e di lasciare libero il cane in un ampio giardino, e il cane si presenta in salute e non ha bisogno di cure veterinarie, non è possibile porlo sotto sequestro perché il reato si interrompe con la liberazione dell'animale.


Se invece un cane viene lasciato a catena molto corta e si presenta denutrito, malato, coperta di rogna e affamato, può anche essere posto sotto sequestro dagli agenti che hanno l'obbligo di interrompere il reato. In un fase successiva sarà poi l'Autorità Giudiziaria a stabilire se l'animale sarà definitivamente confiscato o restituito al legittimo proprietario. Gli animali sequestrati possono essere affidati alla struttura competente (canile), a terzi, per le cure necessarie.
Un cane tenuto durante la giornata sul balcone, ma che ha la possibilità di uscire anche una volta al giorno e che ha cibo e acqua a disposizione, anche se non farà una vita felice, non sarà mai considerabile come maltrattato per legge. La valutazione della condizione di maltrattamento non può essere solo personale ma deve essere corredata da fatti.

CANI GATTI
Provalo...noi l'abbiamo giÓ fatto per te!!!





Mappa Sito | Privacy Policy | ©2008/2009/2010 Zia Angela